Caldarola, “La squadra ha reagito bene, siamo fiduciosi di portare la sfida in gara 3”

Si gioca tutto in una partita la Med Store Tunit, domenica alle 21 ospiterà la Sistemia Aci Castello al Banca Macerata Forum per la gara 2 di Semifinale dei Play Off. All’andata hanno avuto la meglio i siciliani al termine di una sfida combattuta, decisa soltanto al tie-break e dopo che i biancorossi erano riusciti a portarsi sul doppio vantaggio. Aci Castello si è confermato un avversario di livello, ribaltando la partita e costringendo ora Macerata a vincere in casa per giocarsi poi la qualificazione alla Finale nella gara 3, di nuovo al PalaCatania.

Lo Scoutman nonché Secondo Allenatore Michele Caldarola racconta i giorni post-partita d’andata, “Abbiamo passato la settimana ad analizzare la gara di domenica scorsa, ovviamente c’è tanta amarezza per il risultato ma soprattutto voglia di riscattarci. A livello tecnico e tattico dovremo cambiare poco rispetto alla gara 1, l’obiettivo è proprio quello di ripetere i primi due set dove siamo riusciti a limitare i nostri avversari ed esprimere un’ottima pallavolo. Stavolta non dovremo però abbassare l’attenzione mentale, dobbiamo assolutamente portare a casa il risultato. Lavorando con i ragazzi posso dire di averli visti reagire bene, stanno tutti remando nella stessa direzione, siamo fiduciosi in vista di questa sfida di ritorno”. Ti aspetti invece qualcosa di diverso da parte della Sistemia Aci Castello? “Sono una squadra esperta, guidata da un allenatore molto preparato. Lo abbiamo visto anche in gara 1, quando vanno in difficoltà riescono a cambiare e trovare nuovi spunti di gioco; non dovremo lasciarci sorprendere, credo che la chiave della partita sarà proprio la capacità di saper rispondere alle contromisure dell’avversario. Dovremo essere bravi a controbattere sempre ad ogni loro mossa”. Stavolta con il sostegno del Banca Macerata Forum, “Il pubblico può darci una grande mano in questa sfida, speriamo di trovare un palazzetto pieno e caloroso come abbiamo visto in tante gare quest’anno. Poi faranno la differenza le motivazioni delle squadre”.