Gianluca Tittarelli, “Chiusa una stagione difficile ma che conferma la Med Store Tunit ai vertici, l’ambizione resta quella di migliorare sempre”

Si è chiusa domenica la stagione 2021/2022 della Med Store Tunit, che ha ceduto in Semifinale di Play Off nel doppio confronto con la Sistemia Aci Castello. La sfida non ha reso merito alle prestazioni dei biancorossi, arresisi per due volte soltanto al tie-break – con il quinto e decisivo set della gara di ritorno chiuso 15-17 – e capaci di riscattare la rimonta subito all’andata con una prestazione convincente nonostante la vittoria sia sfuggita per un soffio, “Nella gara di domenica non possiamo che lodare l’impegno dei ragazzi”, racconta il Presidente della Pallavolo Macerata Gianluca Tittarelli, “Usciamo dai Play Off con l’amaro in bocca perché il passaggio del turno era alla nostra portata: potevamo vincere in gara 1 dopo essere andati due set avanti e non aver chiuso quell’incontro ha certamente condizionato la partita di ritorno; la squadra ha saputo dimostrarsi anche superiore agli avversari per larghi tratti, è mancata concretezza. Dispiace per com’è finita ma non possiamo far altro che accettare il verdetto del campo”.

La stagione appena conclusa ha confermato la Med Store Tunit Macerata ai vertici della Serie A3 nonostante i numerosi ostacoli che hanno contrassegnato il campionato, “Avevamo obiettivi diversi ad inizio anno ma è successo davvero di tutto: il Covid ci ha colpiti duramente, i tanti infortuni (l’ultimo nella sfida di domenica contro Aci Castello), il cambio in panchina e l’addio di Dennis; abbiamo dovuto affrontare tante difficoltà, sono contento però che la squadra abbia sempre saputo reagire. Ringrazio il coach Federico Domizioli per il lavoro svolto negli ultimi mesi, ha saputo ridare coraggio e convinzione ai ragazzi. Chiudiamo la stagione con la conferma di essere una società protagonista della categoria, con la voglia e l’ambizione di crescere ancora”. Anche sul lato tecnico ci sono aspetti positivi dai quali ripartire, come il blocco di giovani che ha ben figurato durante il campionato, tra chi ha confermato le proprie qualità e chi si è messo in mostra, “Siamo contenti dei nostri ragazzi. Vogliamo essere una società dove c’è spazio per i giovani di lavorare e crescere in un clima positivo: il roster è ripartito con Margutti, Sanfilippo e Pasquali, sono stati importanti e hanno dimostrato di essere all’altezza della categoria; tra loro anche Ferri, che sfortunatamente quest’anno è stato tra i più colpiti dagli infortuni. Poi Scita, Scrollavezza, Paolucci e Ravellino arrivati la scorsa estate, hanno sempre dato il loro contributo quando chiamati in causa e come loro anche gli altri ragazzi. Vogliamo dare l’opportunità ai giovani di qualità di crescere e mettersi alla prova con la Serie A, affiancandoli a giocatori esperti come i nuovi Robbiati, Giannotti, Lazzaretto e Longo, più Gabbanelli che è un veterano biancorosso”.

I tifosi hanno sostenuto la squadra per tutta la stagione e domenica al Banca Macerata Forum si è visto il pubblico delle grandi occasioni, “Ringraziamo la città per esserci stata accanto. Domenica hanno spinto tantissimo la squadra e dispiace ancora di più non essere riusciti a vincere perché è un risultato che il pubblico meritava vista la partecipazione al palazzetto. Ci tengo a ringraziare anche tutti i nostri partner, il loro sostegno unito a quello della città è fondamentale per noi, ci permette di competere ad alti livelli ed ambire a nuovi successi”.