Macerata e Fano danno spettacolo, il derby è della Med Store

Serve il tie break per decidere una partita avvincente e apertissima fino all’ultimo set. Prestazione di grande carattere e determinazione della Med Store che mantiene il terzo posto in classifica e fa il regalo più bello alla città con la chiusura della regular season, proprio sotto gli occhi del Sindaco di Macerata Sandro Parcaroli. Le due squadre si rincorrono nei set e danno spettacolo, la Med Store sempre avanti con un terzo set letteralmente strappato di mano agli avversari negli ultimi punti. La vittoria arriva meritata al tie break, dove i biancorossi non lasciano scampo agli avversari, prendendo subito il largo e imponendo il proprio gioco. Ora una settimana extra per lavorare in vista dei play off.

LA CRONACA – Formazione tipo per Di Pinto con Dennis, Ferri e Margutti, Calonico e Pizzichini centrali, Monopoli, Gabbanelli libero. Fano risponde con Ruiz, Tallone e Lucconi, i centrali Bartolucci e Ferraro, Cecato e come liberpo Cesarini. La serie in battuta di Pizzichini regala a Macerata il vantaggio, poi viene interrotta dal tocco di Cecato al centro. Ruiz guida il recupero per Fano poi Calonico riporta avanti i suoi, 5-4. Si alzano i ritmi con le squadre che giocano punto a punto, ci pensa l’ace di Ferri a regalare ai biancorossi il nuovo +2, che diventa 10-7 dopo un errore in ricezione di Fano. Spettacolo al Banca Macerata Forum con Valenti che si lancia su una palla impossibile e permette a Margutti di colpire in zona centrale per il 13-11. I biancorossi guidano ma non riescono a scappare, Fano risponde colpo su colpo trascinato da Ruiz, 16-16, Macerata comunque controlla e con Margutti che gioca sul muro avversario si porta sul 20-18. Calonico e Ferri allungano e sul 22-19 il coach Pascucci a chiamare il time out per Fano. Alza il muro Ferri, 24-20, gli ospiti si rifugiano in un nuovo time out ma il successivo errore in battuta di Ruiz chiude il set in favore dei biancorossi. Riparte aggressiva Macerata e si prende il vantaggio, 5-3, Fano risponde: trova il pareggio e con Lucconi il primo vantaggio della partita 8-9. Arriva il time out per coach Di Pinto ma sono gli avversari ad allungare con il diagonale di Ruiz, 8-11 e momento di difficoltà per la Med Store Macerata. Le squadre lottano su ogni pallone e danno spettacolo con un lungo scambio dove Ruiz salva in tuffo ma sul contrattacco Dennis trova lo spazio tra le mani del muro. I biancorossi restano dietro e sul 13-17 arriva il nuovo time out per Di Pinto, intanto entrano Pahor e Pasquali. Il diagonale di Ferri riavvicina i biancorossi, 20-22, li scaccia subito Tannole e Lucconi trova la deviazione favorevole del muro; un errore di Macerata chiude il secondo set. Ritmi alti anche nel terzo set, i biancorossi si portano avanti 5-4 poi fase confusa della partita: proteste ospiti, punti riassegnati e salvataggi sotto rete, in mezzo Macerata va sotto ma recupera e torna avanti, 8-6. Si rincorrono le due squadre, set tiratissimo: un tocco preciso ad aggirare il muro permette a Fano di andare sul 19-20, poi Gabbanelli risponde alla battuta forte di Ruiz e Pahor in diagonale fa 21-21. Fano avanti 22-23, Di Pinto chiama il time out per caricare i suoi; ci pensa Pizzichini a pareggiare e ribaltare, è il turno del time out per Pascucci. Fano manda la gara ai vantaggi, Macerata alza il muro Macerata che vale due punti decisivi per tornare avanti nei set. Il copione non cambia alla ripartenza, le squadre giocano punto a punto: a Dennis risponde Tallone, 5-5. Fase centrale combattuta, Macerata resta avanti e trova anche il +2, poi subisce il ritorno di Fano che pareggia e sorpassa i biancorossi grazie al solito Ruiz e ad un tocco sporco di Lucconi, 14-16. La battuta sulla rete di Ruiz vale il 19-19, finale ancora una volta apertissimo: Fano allunga 20-22 e Di Pinto chiama il time out, il pareggio arriva sul 23-23; un tocco sporco di Bartolucci e il muro su Dennis mandano il derby al tie break. Subito avanti 3-0 Macerata, poi Fano ferma la serie in battuta di Monopoli ma Pizzichini al centro fa 4-1. Pascucci prova a scuotere i suoi con un time out ma i biancorossi si impongono e Ferri con un tocco preciso aggira il muro e mette a terra l’8-2. Le squadre invertono il campo ma non cambia il copione, Macerata sempre avanti con Pahor che trova il 10-4. Ferri buca il muro avversario per il 14-7, Bartolucci annulla il successivo match ball, ci pensa Pizzichini a chiudere gara e derby in favore di Macerata.

Il tabellino:

MED STORE MACERATA 3
VIGILAR FANO 2

PARZIALI: 25-21, 20-25, 27-25, 23-25, 15-8.
Durata set: 24’, 24’, 32’, 27’, 13’. Totale: 120’.

MED STORE MACERATA: Pasquali 1, Calonico 5, Pahor 9, Cordano, Dennis 21, Margutti 5, Ferri 19, Monopoli 2, Princi, Pizzichini 9, Gabbanelli, Valenti. NE: Snippe, Risina. Allenatore: Di Pinto.

VIGILAR FANO: Silvestrelli, Ulisse, Cecato 2, Tallone 12, Lucconi 26, Ferro 1, Bartolucci 10, Ferraro 7, Ruiz 19, Cesarini. NE: Gori, Roberti, Durazzi, Girolometti. Allenatore: Pascucci.

ARBITRI: Feriozzi e Proietti.