Marco Valenti “A Porto Viro vittoria di squadra, ora ci aspettano tre finali”

Domenica la Med Store torna al Banca Macerata Forum per la 9° giornata di ritorno di Serie A3 ed ospita l’UniTrento. La squadra trentina si presenta con due sconfitte e una vittoria nelle ultime tre gare di campionato disputate; non deve però ingannare la classifica, Trento ha a disposizione un gruppo di giovani di grande talento e già all’andata aveva messo in difficoltà i biancorossi. La Med Store Macerata è invece impegnata nella lotta al terzo posto ed è uscita bene dalle due sfide contro le prime del campionato.

“Le gare contro Motta di Livenza e Porto Viro ci lasciano un’ulteriore consapevolezza sui nostri mezzi”, afferma il libero Marco Valenti, “Possiamo giocarcela alla pari con tutti così come è stato contro Motta di Livenza, dove anche se abbiamo perso è stata una gara giocata punto a punto. Mentre a Porto Viro abbiamo strappato una bellissima vittoria di squadra; abbiamo sofferto insieme e ci siamo aiutati a vicenda, superando un avversario in grande forma che in settimana ha giocato la finale di Coppa Italia e che non perdeva in casa da diversi mesi. Aspettavamo di giocare queste due partite, ora posso dire che era una prova difficile ma l’abbiamo superata”. Dopo questa doppia sfida d’alta classifica, su cosa vi state concentrando? “Veniamo da un ottimo periodo, la sconfitta contro Motta di Livenza ha interrotto una lunga serie di vittorie e non mai facile confermarsi. Ci riproveremo cercando di bissare domenica la vittoria di Porto Viro, in allenamento diamo il massimo perché sappiamo che c’è sempre spazio per migliorarsi ancora; al momento ci stiamo concentrando sui due fondamentali muro e difesa, dopo mesi intensi, in queste settimane abbiamo più tempo per lavorare sugli aspetti tecnici. L’importante è continuare a lavorare bene e divertici in palestra, allenarci con lo spirito giusto per me è fondamentale”. Restano tre partite per assicurarsi il miglior piazzamento in ottica playoff, come state preparando queste ultime gare? “Abbiamo la possibilità di consolidarci ai piani alti della classifica ma ci aspettano sfide diverse e difficili: conosciamo Trento, sono giovani e fisicamente è una squadra temibile, la trasferta a Prata di Pordenone sappiamo che non sarà facile e nell’ultima giornata abbiamo il derby con Fano dove vogliamo ripetere la vittoria dell’andata. Pensiamo ad una gara alla volta, per me sono come tre finali.”